Domande sulla consegna a domicilio.

Perché lo fate?

In riunione wathsapp ci siamo chiesti se avesse senso fare il servizio a domicilio. E ci siamo risposti di sì, al di là dei risvolti economici (per niente sicuri), abbiamo pensato in questa situazione di emergenza noi cosa possiamo fare? Non siamo medici, infermieri, giornalisti e neanche leoni da tastiera. Noi sappiamo fare paste e gelati. Siamo consapevoli che non sono beni di prima necessità, ma siamo anche consapevoli che se questi nostri prodotti possono dare un momento di felicità a qualche famiglia noi ci siamo. (Sempre nel massimo rispetto per i colleghi che hanno fatto scelte diverse ed ugualmente condivisibili).

Come funziona?

Dal lunedì al venerdì si possono ordinare i prodotti fino alle 18, poi parte la consegna. Potete scegliere i nostri prodotti in questa pagina: http://pasticceriasarti.it/index.php/consegna-a-domicilio/

Sabato e domenica gli ordini sono possibili fino alle 11, poi parte la consegna.

Alla consegna il pagamento sarà solo in contanti (non abbiamo il POS Mobile), ma con regolare scontrino. I possessori della nostra tessera potranno utilizzarla.

Come garantite sicurezza dei clienti?

Le consegne le facciamo con guanti monouso e mascherine.

Misuriamo la febbre ogni giorno prima di partire.

Lavoriamo massimo una persona alla volta in laboratorio (non era possibile garantire la distanza di un metro)

Ma se vengo lì quando ci sei tu un caffettino/gelatino/pastina me la dai?

NO. Stiamo alle regole. Non potete venire neanche in negozio a ordinarmi le cose per poi portarle a casa. Non potete entrare in negozio.

Ma se posso avere le paste posso organizzare la festa di compleanno?

ASSOLUTAMENTE NO. Le regole sono regole. Non ci si può muovere! Se non avete abbastanza senso civico per restare a casa, ricordatevi che ci sono controlli. In questi giorni nei quali potevo rimanere aperto sono passati i carabinieri almeno 5 volte al giorno davanti alla pasticceria! E fanno bene. Non ci si può muovere.